Teorie sull'amore: ecco le più importanti

L'amore è stato spiegato da varie discipline, una di queste è la psicologia. In questo articolo presentiamo le tre teorie psicologiche più interessanti intorno a questo sentimento.
Teorie sull'amore: ecco le più importanti
Maria Alejandra Morgado Cusati

Scritto e verificato da la filosofa e psicologa Maria Alejandra Morgado Cusati.

Ultimo aggiornamento: 26 novembre, 2022

L’amore è uno dei sentimenti più complessi provati dall’essere umano e questo è evidenziato dal numero di concettualizzazioni che sono state fatte attorno ad esso. Vari specialisti, psicologi, sociologi, biologi e altri hanno sviluppato diverse teorie sull’amore e, anche così, rimane un sentimento difficile da ridurre a una spiegazione teorica.

In questo articolo mostreremo alcune delle teorie sull’amore che hanno avuto grande riconoscimento all’interno della psicologia. Va detto che questa sensazione non si esaurisce in queste spiegazioni. Bene, sia la psicologia che le altre discipline hanno argomenti ugualmente interessanti che aiutano a completare queste nozioni.

Teorie sull’amore secondo la psicologia

Diverse teorie sull’amore sono state formulate in psicologia. Tra le più note ci sono le seguenti:

1. Teoria del triangolo dell’amore

Una delle teorie sull’amore più riconosciute è quella proposta dallo psicologo Robert Sternberg, che definisce l’amore in termini di tre componenti :

  • Intimità: si riferisce ai sentimenti all’interno di una relazione che promuovono la vicinanza, il legame, la connessione, la fiducia, l’amicizia e l’affetto.
  • Passione: è l’intenso desiderio di unione con l’altro. Comprende sentimenti di attrazione fisica, desiderio sessuale o romantico e eccitazione psicologica.
  • Impegno: consiste nella decisione di amare un’altra persona e nell’impegno a mantenere quell’amore. Questa componente comporta il mantenimento della relazione nel bene e nel male.

Le combinazioni di queste tre componenti danno luogo a diversi tipi di amore. Ad esempio, la combinazione di intimità e impegno porta a un amore compassionevole, mentre la combinazione di passione e intimità porta a un amore romantico.

Secondo Sternberg, le relazioni basate su due o più elementi sono più durevoli di quelle basate su un singolo componente. Inoltre, usa il termine amore consumato per descrivere la combinazione di intimità, passione e impegno. Sebbene questo tipo di amore sia il più forte e duraturo, dice che è anche il meno comune.

coppia addormentata
Secondo Sternberg, perché ci sia vero amore ci devono essere tre componenti: intimità, passione e impegno.

2. Teoria dell’amore compassionevole vs. appassionato

Secondo Elaine Hatfield, psicologa sociale e professoressa all’Università delle Hawaii, esistono due tipi di amore romantico :

  • Amore compassionevole: chiamato anche amore complementare, è caratterizzato da rispetto reciproco, attaccamento, fiducia e affetto. Questo tipo di amore di solito si sviluppa dalla comprensione reciproca e dal rispetto condiviso nella coppia.
  • Amore appassionato : caratterizzato da intense emozioni, attrazione sessuale, ansia e affetto. Quando queste intense emozioni vengono ricambiate, le persone si sentono euforiche e realizzate. Invece, quando non è ricambiato, si verificano sentimenti di sconforto e disperazione. Hatfield suggerisce che questo tipo di amore è transitorio e di solito dura tra i 6 ei 30 mesi. Dopo questo periodo, diventa compassionevole.

In generale, l’amore appassionato è caratterizzato dalla sua intensità, mentre l’amore compassionevole è definito dal suo livello di intimità.

Tuttavia, è importante notare che le persone che amano compassione si sentono ancora appassionate l’una dell’altra, ma l’intensità generalmente sembra meno opprimente e urgente. Questo tipo di amore implica prendersi cura profondamente dell’altra persona, conoscerla veramente e impegnarsi per essa, sia nel bene che nel male.

3. Teorie sull’amore: il modello della ruota dei colori

Lo psicologo John Lee, nel suo libro I colori dell’amore, presenta un’altra delle teorie dell’amore. Lì confronta gli stili dell’amore con la ruota dei colori. Cioè, proprio come ci sono tre colori primari, Lee suggerisce che ci sono tre stili primari di amore. Questi sono i seguenti:

Eros

Il termine eros deriva dalla parola greca che significa ‘appassionato’ o ‘erotico’. In questo modo, Lee descrive questo stile come sensuale, intenso e pieno di passione. Gli amanti dell’erotismo cercano soddisfazione sessuale e godimento estetico per entrambi.

Ludo

Significa “gioco” o “scuola” in latino. Questo tipo di amore si riferisce a coloro che vedono l’amore come un desiderio di divertirsi insieme, fare attività al chiuso e all’aperto, prendere in giro, indulgere e fare scherzi innocui l’uno con l’altro.

Raramente, se non mai, sono troppo coinvolti e spesso possono avere più di un partner alla volta.

Storge

Deriva dal termine greco che significa ‘amore familiare’. Questa forma di amore è spesso rappresentata dall’affetto tra genitori e figli, fratelli e familiari allargati. Questo tipo di amore può svilupparsi anche dall’amicizia, in cui le persone che condividono interessi e impegni sviluppano gradualmente l’affetto reciproco.

Inoltre, Lee ha proposto che proprio come i colori primari possono essere combinati per creare colori complementari, questi tre stili d’amore primari potrebbero essere combinati per creare nove stili d’amore secondari.

Sorgono i seguenti amori secondari:

  • Mania (Eros + Ludos) : Questo tipo di amore tende a portare la coppia in una sorta di follia e ossessione. Gli amanti maniacali parlano dei loro partner in possessivi e superlativi, sentendo di “aver bisogno” di loro. In eccesso, la mania si trasforma in ossessione o codipendenza.
  • Pragma (Ludos + Storge) – È un tipo di amore conveniente. Gli amanti pragmatici vogliono trovare valore nei loro partner e alla fine vogliono lavorare con loro verso un obiettivo comune. La praticità e il realismo dell’amore pragmatico contribuisce spesso alla longevità della relazione, purché obiettivi e valori comuni rimangano condivisi nel tempo.
  • Agape (Eros + Storge) : Derivato dal greco, per “amore altruistico”. Lee descrive l’agape come la forma più pura di amore. Si basa su un impegno incrollabile e su un amore disinteressato e incondizionato. L’amante trae più piacere dal dare che dal ricevere. Inoltre, rimarrà fedele al suo partner per evitare di provocargli dolore e spesso aspetterà pazientemente il suo partner dopo una rottura.
coppia che si abbraccia
Secondo Lee, il vero amore è blu, rosso e giallo.

Teorie sull’amore: tipi di amore terziario

Lee definisce nove tipi di amore terziario che sono combinazioni dei precedenti sei tipi di amore. Ogni combinazione include un primario e un secondario.

  • eros maniacale
  • ludo maniacale
  • accumulo maniacale
  • eros agapico
  • ludus agapico
  • cicogna agapica
  • eros pragmatico
  • ludo pragmatico
  • memoria pragmatica

Sebbene Lee abbia nominato ciascuno dei tipi terziari di amore, non ha mai trovato prove sufficienti per distinguerli completamente.

Da queste teorie sull’amore, ci rendiamo conto che non tutti lo viviamo allo stesso modo. Anche lo stesso stile può essere vissuto con livelli e intensità differenti, da qui la difficoltà di limitare, in una spiegazione teorica, questo sentimento complesso.

Potrebbe interessarti ...
7 grandi verità sull’amore
La Mente è Meravigliosa
Leggi in La Mente è Meravigliosa
7 grandi verità sull’amore

Amare vuol dire voler bene incondizionatamente ad un’altra persona, accettare e lasciarsi amare ed esistono 7 grandi verità sull’amore.



  • Hatfield E, Walster W. A New Look at Love. Estados Unidos: University Press of America; 1985.
  • Lee J. Colours of Love: An Exploration of the Ways of Loving. Estados Unidos: New Press; 1973.
  • Martínez G, Carreño M. Teoría de Sternberg sobre el amor. Análisis empírico. Psicothema [Internet]. 1993 [consultado 9 agosto 2021]; 5(1): 151-167. Disponible en: http://www.psicothema.com/psicothema.asp?id=1135

I contenuti di La mente è Meravigliosa hanno uno scopo puramente informativo ed educativo. Non sostituiscono la diagnosi, la consulenza o il trattamento professionale. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.