Perché è meglio non avere fretta nel cercare un partner?

· 9 dicembre 2015

“E quella stupida paura di ritrovarti vecchio e senza partner,

ti fa scegliere con la testa ciò che spetta al cuore”

(Ricardo Arjona)


Avete chiuso da poco con il vostro partner e, d’improvviso, sentite un fervente desiderio di intraprendere subito una nuova relazione. Questa necessità è la conseguenza dell’esservi trovarti improvvisamente da soli.

Magari non è neanche una relazione quella che cercate. Magari volete solo qualcuno accanto a voi, qualcuno con cui condividere la vostra vita e la vostra intimità. Qualcuno in cui possiate trovare riparo dal grande dolore che vi hanno recato.

Non è facile capire perché subito dopo una rottura in molti cerchino un altro partner. Forse è perché ci si sente soli, forse vuoti… Ma molto probabilmente tutti voi avete vissuto questa fase.

In questo articolo troverete 5 motivi per cui è meglio non avere fretta nel cercare un partner.

1.Chiodo non scaccia chiodo

Anche se tutti siamo d’accordo sulla veridicità di questo detto, alle volte avvengono circostanze che scuotono la nostra vita e che ce lo fanno dimenticare.

È perfettamente comprensibile che cerchiate di trovare un’altra persona perché siete invasi dalla solitudine, perché la fine della vostra precedente relazione vi fa soffrire o perché volete cercare di superarla.

In questi casi è però bene badare a non agire in maniera egoistica.

Di cosa stiamo parlando? Dell’eventualità che stiate usando questa nuova persona con l’intenzione di dimenticare quella precedente.

Nessuno si merita di essere usato. Non siete davvero pronti ad iniziare qualcosa con nessuno, perciò levatevi dalla testa di cercare queste distrazioni.


 

Prendetevi piuttosto del tempo per stare da soli con il vostro dolore. Non rifugiatevi in nessuno, assaporatevi la solitudine. Sarà il miglior momento per scoprire come siete e cosa cercate dalla vita.


 

ragazza-lavanda

2.Un’opportunità per respirare

La paura di restare soli che vi attanaglia dopo una relazione è un sentimento conseguente al fatto che la vostra vita è cambiata drasticamente da un momento all’altro.

Vedevate un futuro con il vostro partner, un futuro forse idealizzato, ma in cui non eravate soli e avevate accanto una persona che amavate. Ma queste cose possono succedere, e sono successe.

Perché non guardare il lato positivo? Adesso che siete soli, vi è concessa la possibilità di fare una pausa per tornare ad essere voi stessi.

Quando si è parte di una coppia, si tende a pensare al bene di entrambi, ma è quando si è da soli che emerge l’unicità di ogni persona.

Godetevi questa solitudine, non c’è nulla di male a stare soli! Anzi, è fondamentale imparare ad essere soli e a non lasciare che la propria felicità dipenda da un’altra persona.

3.Pensate a quello che si è appena concluso

Perché la vostra relazione è finita? Avete fatto qualcosa di sbagliato? Queste domande devono trovare risposta, ed è vostro dovere dargliela.

Si può imparare qualcosa da tutte le relazioni; sono una grande opportunità per crescere come persone, per fare esperienza e uscirne più forti.

Quando vi ritroverete da soli, pensate a cos’è andato storto, a quali errori avete entrambi commesso all’interno del vostro rapporto. In questo modo, potrete capire cos’è che volete davvero e quali sono le cose che non tollererete assolutamente nella prossima relazione di coppia.

Ma non pensate mai, per nessun motivo, che nessuno vi amerà più. Avete chiuso un capitolo, ma uno nuovo si aprirà presto, non appena sarete pronti.

4.Liberatevi dei carichi emotivi

Se vi buttate in una nuova relazione subito dopo averne concluso una, è facile che vi troviate a trasportare sulle spalle un grande carico di emozioni.

Queste emozioni possono non essere un problema all’inizio, ma col passare del tempo, potrebbero mandare in rovina anche questo nuovo rapporto. Il vostro partner si vedrà sopraffatto dalla negatività che serbate dentro e che sta cominciando ad affiorare. Avete appena subito una rottura, è normale vedere molte cose da un punto di vista negativo.

È davvero questo che desiderate? Quello che cercate? Non siete preparati per una nuova relazione di coppia in cui fareste solo del male all’altra persona.

Occupatevi di voi, siate voi stessi per qualche tempo. Fino a che quei carichi di emozioni saranno spariti e vi sentiate liberi per cominciare un nuovo rapporto da zero.

cuore-spezzato

5.Il passaggio dal “noi” all’ “io”.

Vivere una relazione vi cambia la vita. Tutto gira intorno a un “voi”, non ad un “tu”, per questo ci si sente persi di fronte a una rottura.

Pensare per tanto tempo in termini di coppia e non da persona singola, può portarvi a dimenticarvi di voi stessi. Al punto da cercare disperatamente una nuova persona.

Non vi sentite completi se non con qualcuno al vostro fianco, ed avete paura perché dovrete trovarvi di nuovo.

Scoprire chi siete, un’altra volta. Come abbiamo già detto, non siete pronti per iniziare una nuova relazione. Fa paura, lo sappiamo, eppure è così. Sarà un’opportunità in più per crescere.

Pensate a tutti questi punti e domandatevi perché non riuscite a stare soli con voi stessi. Non sapere stare soli è un grande problema, perché nella vita non sempre sarete in compagnia.


 

Approfittate di ogni rottura per imparare a conoscervi meglio.

In questo modo, diventerete la persona che avete sempre desiderato essere.