I paragoni sono sempre odiosi

· 9 giugno 2016

Viviamo circondati da continui paragoni, che non fanno altro che rafforzare la nostra autostima oppure, al contrario, affondarla fino a limiti inaspettati.

Nel fare paragoni, ci sarà sempre qualcuno che ne uscirà perdendo e qualcun altro che ne trarrà beneficio. Non è per nulla positivo, neanche per colui che ne esce vincitore. Il paragonarsi, o che ci paragonino a qualcuno, ci toglie qualcosa, non aggiunge nulla alla nostra vita.

Non siamo la copia di nessuno, non possiamo paragonarci ad altri. Ognuno di noi è unico e speciale: confrontarci con altre persone è un modo inutile di dare ad intendere di essere migliori, quando in realtà siamo diversi.

Non paragonatevi a nessuno, tenete la testa bella alta e ricordate: non siete migliori né peggiori, semplicemente siete così e questo nessuno lo può superare.

Siete unici al mondo!

donna-con-maschera-blu-sulla-testa-e-capelli-bianchi-che-patisce-i-paragoni

Anche se nasciamo imparando una determinata serie di cose (come comportarci, come parlare…) e possiamo “copiare” espressioni del parlato o modi di camminare dai familiari a noi più vicini, la verità è che, anche così, ognuno di noi risulta unico a questo mondo.

Mai e poi mai esisterà qualcuno come voi. Per quanto possiate volerlo, è impossibile. Per questo motivo, i paragoni non servono assolutamente a nulla. Nascono per la smania di motivare la persona che ne esce favorita, spingendo l’altra a sforzarsi di essere come lei.

È una cosa totalmente impossibile. La persona che non esce beneficiata dal confronto, per quanto si sforzi, non potrà mai essere come l’altra. Ciò le genererà solo frustrazione, perché non otterrà mai quello che gli altri le richiedono o che, nel caso di un raffronto personale, lei stessa si impone di raggiungere.

Risulta importante riflettere sulla questione del paragonare sé stessi ad altre persone. Questo è un chiaro esempio di invidia.

Quando proviamo invidia per un’altra persona, significa che aspiriamo ad essere come lei, a raggiungere ciò che lei ha ottenuto. Ma volete davvero esserle uguali? Magari la sua non è la strada che dovete percorrere. Seguite il vostro cammino personale, non pretendete di percorrere quelli che non vi appartengono.

“I paragoni non sono mai positivi, tantomeno tra fratelli; in tal modo, favorite la formazione di rancore e che il rapporto finisca, con il tempo, per logorarsi. Inoltre, sentiranno che l’affetto di voi genitori non è lo stesso per entrambi.”

-Anonimo-

Come si può notare, i paragoni non portano niente di buono, solo sentimenti negativi. Anche se il confronto non nasce dall’invidia, magari si genererà rancore verso l’altra persona, quella che ne esce vittoriosa.

Dite addio ai paragoni

illustrazione-donna-bianco-e-nero

Ora che avete inteso come i paragoni non portino a nulla di buono per la vostra vita, risulta importante eliminarli. Le persone intorno a voi probabilmente continueranno a confrontarvi con altri, anche il vostro “io” più profondo potrebbe a volte avere tale tendenza.

Tuttavia, che il confronto nasca da voi o che lo riceviate dall’esterno, questo è il momento di sforzarsi di fare orecchie da mercante dinanzi a qualcosa che ci scredita e che ci fa regredire, invece che motivarci.

  • Non cercate l’approvazione altrui: paragonarsi agli altri ci porta a preoccuparci per come veniamo considerati, così che ogni volta che ne abbiamo la possibilità cerchiamo la loro approvazione in merito alle nostre azioni. Ci sentiamo insicuri, non sappiamo se stiamo agendo bene, non seguiamo il nostro cammino personale. Siate sicuri di voi stessi e continuate a percorrere la vostra strada. Anche seguendo questa via raggiungerete grandi cose.
  • Non pretendete di venire ammirati né di ammirare: ciò alimenta il vostro ego. È meglio trovare qualcuno che divenga la vostra fonte d’ispirazione, che vi aiuti a raggiungere le vostre personali mete. Non puntate ad ammirare e ad essere qualcun altro e fate anche in modo che non facciano la stessa cosa con voi.
  • Nessuno è perfetto: di sicuro state vedendo quella persona con cui vi confrontate (o vi confrontano) come se fosse perfetta, ma in realtà non è così. È una realtà che ha voluto creare la vostra mente. Nessuno è perfetto, neanche voi. Questa è la miglior prova di perfezione.

“La personalità inizia dove terminano i paragoni”

-Karl Lagerfeld-

Ora che sapete di dover allontanare i paragoni, è arrivato il momento di gettarli nell’immondizia, guardare avanti e iniziare ad essere voi stessi. Avete una personalità unica e speciale, vi resta solo da scoprirla. Una volta emersa, vi sentirete in pace con voi stessi e non dovrete più preoccuparvi di affrontarvi o che vi paragonino a qualcuno. Abbiate fiducia, siate sicuri di voi stessi.

giovane-con-vestito-rosa-raccolta-a-pensare-di-dire-addio-ai-paragoni-Copy

Immagini per gentile concessione di June Leeloo