Come salvare la relazione dopo un tradimento

· 19 ottobre 2015

L’infedeltà è un attentato al valore più sacro che tiene legata una coppia: la fiducia.

Il tradimento può essere imperdonabile, ma molte persone riescono a perdonare il loro partner o, almeno, decidono di provarci. Il fatto è che, molte volte, vale la pena cercare di perdonare, dare una seconda possibilità sia alla persona che amiamo che alla nostra relazione. Se entrambi decidete di parlare di ciò che è accaduto e impegnarvi, la coppia potrebbe addirittura uscire da questa dura prova più forte di prima.

L’infedeltà può essere dovuta a molti motivi, non sempre giustificabili. In ogni caso, molte persone preferiscono perdonare se credono che il partner sia davvero pentito, per salvare il matrimonio e per continuare il progetto di vita comune, in cui ci sono molti fattori da tenere in conto.

Anche se all’inizio può sembrare semplice perdonare, con il passare del tempo le ferite torneranno a galla. Man mano che la relazione andrà avanti, potrebbero fare la loro comparsa certe insicurezze o paure, che se non sono state discusse con l’altro in modo chiaro e sincero sin dall’inizio, possono trasformare il processo di recupero della relazione in un vero inferno.

Per questo è importante, se l’altro è davvero pentito e decidete di perdonarlo, stabilire un impegno comune. Altrimenti il risentimento, il rancore e la gelosia torneranno a farsi sentire.

Perdonare un tradimento dipende sempre da entrambi. Chi è stato infedele deve essere consapevole del dolore che ha causato e pentirsi sinceramente, e la persona che è stata tradita deve essere sicura di poter perdonare l’altro. Se entrambi ci provano e sanno che si amano ancora, sarà più facile uscirne.

Una delle cose più importanti per salvare la relazione è la comunicazione. Parlare di ciò che è successo, esprimere come ci si sente e come si può affrontare la situazione sono condizioni indispensabili per iniziare un periodo di recupero della coppia.

Consigli per salvare la vostra relazione dopo un tradimento

Non prendete decisioni importanti subito dopo averlo scoperto. Aspettate che passi il primo momento di rabbia, calmatevi e poi riflettete su quanto è accaduto.

Accettate i sentimenti di rabbia, insicurezza, ansia, paura, dolore, tristezza, ecc. Non succede niente: è normale. E il mondo non crollerà per questo.

Prendetevi cura di voi stessi ed evitate di fare stupidaggini. Accada quel che accada, non meritate di soffrire ancora di più.

Cercate dei modi di sfogare lo stress che vi aiutino a vedere le cose con più lucidità.

Cercate un equilibrio, visto che è l’unico modo per riuscire a far fronte al tradimento.

Le lacrime sono salutari: piangere vi aiuterà a liberare la rabbia e la tensione. Sfogatevi.

Parlate con il partner del suo tradimento. Cercate di chiarire che cosa è successo. Forse all’inizio non vorrà parlare con voi perché si vergognerà, ma almeno capirà che volete comprendere e sistemare le cose.

Cercate l’aiuto di uno specialista. Il problema dell’infedeltà non è il tradimento in se stesso, ma tutto ciò che c’è dietro.

Evitate di puntare il dito e dare colpe. L’infedeltà genera un grave conflitto nella coppia che può farvi tirare fuori vecchi risentimenti, ma questo peggiorerà solo la situazione.

Non vendicatevi tradendo a vostra volta. Non vi renderà felici, e non porterà a nulla di buono.

Accettate il fatto che la vostra relazione cambierà dopo un tradimento. Dovete comprenderlo e vivere quel lutto come quando avete perso un vostro caro. La vita va avanti, e dovrete imparare a vivere senza ciò che avete perso. Questo non significa che non possiate rinnovare e rafforzare la vostra relazione, ma sarà per forza diversa.

Non dimenticate di pensare alle questioni pratiche. La situazione economica, i figli, ecc. sono fattori che possono diventare molto complicati in caso di divorzio. A volte vale la pena perdonare per evitare di cadere dalla padella alla brace.